Resentencing negato per l’uomo condannato per aver ucciso Colusa teen | Update

Update:

Un giudice ha negato la richiesta di resentencing per Nathan Ramazzini, conferma l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Colusa.

Ramazzini aveva solo 17 anni quando fu condannato all’ergastolo senza condizionale, per l’omicidio del 1997 del suo amico, il sedicenne Erik Ingebretsen. Anche se, sotto il Senate Bill 9 della California, approvato nel 2013, Ramazzini aveva diritto a riconsiderare quella frase, dal momento che era sotto i 18 anni al momento dell’omicidio.

Caricamento …

Una dichiarazione ufficiale della famiglia per Ingebretsen sulla decisione del giudice non è ancora stata rilasciata.

Originale:

Nathan Ramazzini aveva 17 anni quando fu condannato all’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale per l’omicidio del 1997 del suo amico, il sedicenne Erik Ingebretsen.

Un altro adolescente e amico, Leopoldo Contreras, fu anche condannato per aver preso parte all’uccisione di Ingebretsen, e fu condannato a 25 anni all’ergastolo.

La condanna di Ramazzini fu più severa perché si riteneva che fosse stato lui ad orchestrare il pianificato omicidio, per il quale non era stato dato alcun movente. Ora 38-anni, Ramazzini sta supplicando un giudice della contea di Colusa questa settimana per riconsiderare la sua sentenza.

“Mi sentivo un mostro”, testimoniò Ramazzini davanti a un palazzo di giustizia gremito. “So di non essere un mostro oggi.”

L’uomo che ha trascorso 21 anni in carcere per il suo crimine, è stato in grado di richiedere una nuova condanna ai sensi di una legge dello stato della California entrata in vigore nel 2013. Senate Bill 9 offre l’opportunità di una seconda possibilità per coloro che sono stati condannati all’ergastolo senza condizionale per crimini commessi prima dei 18 anni.

STORIA CORRELATA: Ramazzini re-sentencing: Cosa c’è da sapere su Senate Bill 9

Elizabeth Calvin con il gruppo Human Right’s Watch dice che il suo gruppo sostiene il disegno di legge perché fornisce una condanna equa per i giovani.

“La vita senza parole è esattamente ciò che dice”, ha detto Calvin. “È una condanna a morire in prigione.”

Gli Stati Uniti sono l’unico paese al mondo che condanna i minori all’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale, secondo il Sentencing Project. Tuttavia, l’ex procuratore distrettuale della contea di Colusa che ha perseguito il caso di Ramazzini sostiene che non merita una seconda possibilità.

Caricamento …

“Prima di tutto, non ha mai mostrato rimorso”, ha detto Poyner. “Non l’ha fatto allora e non penso che lo abbia dimostrato fino ad oggi. Penso che sia un assassino manipolatore.”

La famiglia della vittima adolescente che è stata picchiata e pugnalata a morte sta denunciando la nuova condanna dell’uomo. Dicono che sembra che la giustizia ricevuta più di 20 anni fa sia stata spogliata.

“Speriamo che le persone siano riabilitate. Non posso dire che sia successo”, ha detto Steve Collins, lo zio di Erik.

Il secondo giorno della nuova udienza, Ramazzini testimoniò che Contreras lo convinse ad uccidere Ingebretsen.

STORIA CORRELATA: Famiglia che lotta per mantenere l’assassino condannato del figlio dietro le sbarre invece di parole

Ramazzini testimoniò che il suo stretto gruppo di amici aveva svaligiato e vandalizzato la scuola superiore locale e le imprese. Ramazzini testimoniò che Ingebretsen aveva assistito ai crimini e stava per raccontare. Quindi, Contreras ha detto che doveva essere “curato”, ha testimoniato Ramazzini.

Tuttavia, la famiglia della vittima ha detto che era la stessa storia Contreras ha dato più di 20 anni fa. Si prevede che l’udienza riprenderà di nuovo venerdì presso il tribunale della contea di Colusa.

Continua la conversazione con Giacomo su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.